Un giorno verrà Franco Cenci2019-09-13T10:13:09+00:00

Project Description

Mostre

Franco Cenci - Un giorno verrà

© Franco Cenci, Uccello migratore

Un giorno verrà

Franco Cenci

Venient annis saecula seris,
quibus Oceanus vincula rerum
laxet et ingens pateat tellus
Tethysque novos detegat orbes
nec sit terris ultima Thule

Giorno verrà, alla fine dei tempi,
che l’Oceano scioglierà le catene
del mondo, si aprirà la terra,
Teti svelerà nuovi mondi e non
ci sarà più un’ultima Thule

Seneca, Medea


Migrazioni necessarie casuali e desiderate, tragiche e gioiose, andata e ritorno di vita e di morte, spostamenti di senso e di terre, ordinate e puntuali come quelle degli uccelli, improvvise e disordinate come quelle delle locuste.

C’è un racconto di fantascienza in cui gli alieni vivono in una dimensione del tempo radicalmente accelerata e, quando arrivano sulla Terra non avvertendo alcun movimento negli umani li considerano “materiale inerte” di cui poter disporre a piacimento. Il botanico Stefano Mancuso lo lesse da ragazzo e cambiò la prospettiva del suo sguardo rispetto alla vita delle piante, apparentemente le più immobili tra le creature viventi. Tutto scorre. Stasi e immobilità sono prerogativa di morte.

L’installazione descrive attraverso il miracolo della partenza la condizione naturale del migrare che accomuna uomini e uccelli. Una serie di piccoli ritratti di corpi “volatili”, un trompe l’oeil di una panca in una sala d’attesa, un albero di ricordi, un ripiano con disegni e cartoline di viaggi: la migrazione unisce in un’iperbole i viaggi cinquecenteschi dei coloni, quelli contemporanei dei clandestini, i volteggi degli uccelli e i trasferimenti estivi della mia infanzia.

Franco Cenci (Monterotondo, 1958, vive e lavora a Roma) artista, storico dell’arte e art director, dal 1979 al 1983 partecipa alla Mail Art, collabora in teatro con Renato Mambor. Tra le mostre personali e collettive recenti, nel 2019, Roma, Casa Vuota e Rouen, Abbazia di Saint Ouen; nel 2018, Itinerario P, 28 Piazza di Pietra; nel 2017, Antiquarium A.Levi, Milano; nel 2016, Spazio Y, Roma, e Luoghi Comuni San Salvario, Torino; nel 2015, Interno 14, Roma e Museo Naz. Arti e Tradizioni Popolari, Roma

www.francocenci.it

Torna alle mostre