Prison Photography Nicolò Degiorgis2018-09-16T22:12:06+00:00

Project Description

Mostre

© Prison Photography – Inmates of the Bolzano-Bozen Penal Instituit, Nicolò Degiorgis

Prison Photography – Inmates of the Bolzano-Bozen Penal Instituit

 a cura di Nicolò Degiorgis

Prison Photography è un compendio di fotografie in bianco e nero scattate dal 2013 al 2017 dai detenuti. I vincoli naturalmente imposti al linguaggio fotografico da un luogo isolante come il carcere sono il punto cardine intorno a cui si sviluppa l’intero corso.
Il libro d’artista è diviso in più capitoli dedicati a diversi motivi fotografici e assume un duplice ruolo di riflessione sulla fotografia stessa e di tentativo di evadere dalla monotonia della vita carceraria. Il volume si presenta in formato 16×24 ed è pensato per funzionare come un blocco: ogni pagina si può strappare per poter creare mostre personalizzate.

Prison Photography è edito da Rorhof.

Il libro ha vinto la quattordicesima edizione del Premio Marco Bastianelli per il miglior libro fotografico edito in Italia con la seguente motivazione:

All’unanimità la giuria ha riconosciuto in questo volume l’espressione compiuta di un progetto in cui Nicolò Degiorgis incrocia con grande equilibrio pratiche e scopi molto diversi: l’uso della fotografia come strumento di intervento sociale, una riflessione sui linguaggi e i generi della fotografia da un punto di vista decisamente insolito, la coerenza fra forma editoriale e visione dell’autore.

Nicolò Degiorgis

Nicolò Degiorgis (Bolzano, 1985) indaga concetti quali l’alterità, la condizione di straniero e le geografie periferiche attraverso un linguaggio fotografico ai limiti con il reportage. I suoi scatti, caratterizzati da vibrazioni intime e atmosfere sospese, non rientrano all’interno della mera cronaca documentaristica. Strumenti di mappatura e documentazione, sono inglobati in un discorso più progettuale che riflette attorno al libro d’artista in quanto medium in grado di conferire unitarietà e messa in discorso del lavoro. Degiorgis è il direttore creativo della casa editrice indipendente Rorhof ed è stato designato curatore ospite per l’anno 2017 al Museio di Bolzano.

Torna alle mostre