Mr Bawa, I Presume Giovanna Silva2019-09-08T15:29:46+00:00

Project Description

Mostre

© Giovanna Silva

Mr Bawa, I Presume

Giovanna Silva

Il titolo della mostra trae ispirazione dal dialogo interiore che avviene ogni volta che l’autrice si trova di fronte ad uno degli edifici di Geoffrey Manning Bawa, uno degli architetti asiatici più importanti della sua generazione. Geoffrey Manning Bawa, nel corso della sua lunga carriera, ha dato vita a quello che è oggi conosciuto globalmente come “modernismo tropicale”.

Silva non posa il suo sguardo sull’architettura ma si concentra piuttosto su quel labile confine in cui si incontrano mondi diversi, su quella linea di collisione accidentale si innesca un processo di annullamento del linguaggio dell’architettura in favore di luoghi che prendono forma lentamente nella nostra memoria attraverso la visione.

“La mia passione per il libro è indissolubilmente legata alle altre due mie passioni: la fotografia e il viaggio. Ognuna di queste ossessioni è una scusa per le altre – viaggiare per fotografare e fotografare per viaggiare –, e si incontrano sulle pagine delle mie pubblicazioni. Non ho mai inteso la fotografia come entità estranea al libro. Nel mio lavoro la fotografia nasce e cresce per diventare storia su pagina, trova il suo senso all’interno della narrazione editoriale. La parte più importante del mio lavoro (che è anche il collante tra il mio progetto personale e quello che pubblico con la casa editrice Humboldt Books) è la fase di editing. Tornare a casa con tante foto e costruire una sequenza. Mi piace pensare che i miei libri abbiano la possibilità di viaggiare più di me, che prendano strade che neanche avrei potuto immaginare e che raccontino qualcosa anche in mia assenza”.

Giovanna Silva

Giovanna Silva

Giovanna Silva vive e lavora a Milano. Dal 2005 al 2007 ha collaborato con la rivista «Domus» mentre dal settembre 2007 al settembre 2011 è stata photoeditor della rivista «Abitare». Ha fotografato Renzo Piano e Zaha Hadid per i numeri speciali di «Abitare». Nell’ottobre 2011 ha pubblicato Orantes, Quodlibet; nel luglio 2012 Narratives/Relazioni: Baghdad, Green Zone, Red Zone, Babylon, Mousse Publishing e nell’ottobre 2013 Narratives/Relazioni: Libya: Inch by Inch, House by House, Alley by Alley, Syria: a Travel Guide to Disappereance, Afghanistan Orh- e 17 April 1975, Mousse Publishing e Good Boy e Walk Like an Egyptian, Motto Publishing.

Ha partecipato alla 14.Mostra Internazionale di Architettura di Venezia con il progetto Nightswimming, Discotheques in Italy from the 1960s until now. Il progetto è stato pubblicato da Bedford Press e l’AA di Londra.

Ha fondato la rivista di architettura San Rocco e la casa editrice Humboldt Books, di cui è direttrice editoriale.

Insegna fotografia editoriale alla Naba di Milano allo Iuav di Venezia e all’Isia di Urbino.

Torna alle mostre