Re-thinking. What is home? Journey from 1947 – 2018 | Lahore-Delhi Vikrant2019-09-09T22:25:51+00:00

Project Description

Mostre

Vikrant, Re-thinking. What is home? Journey from 1947 - 2018 | Lahore-Delhi

© Vikrant, Re-thinking. What is home? Journey from 1947 – 2018 | Lahore-Delhi

Re-thinking. What is home? Journey from 1947 – 2018 | Lahore-Delhi

Vikrant

Ripensare il concetto di casa diventa primario per l’artista visivo Vikrant che ripercorre lamemoria della propria famiglia partendo da vecchie foto e documenti ingialliti dal tempo,conservati in vecchi fogli di giornale. La sua famiglia paterna è originaria di Lahore ma nel1947, al tempo della Partizione, essendo induisti dovettero lasciare quella città in fretta efuria per emigrare in India. Tra il 15 agosto e l’8 settembre ‘47 circa 700mila rifugiati attraversarono il confine tracciato sulla carta, avvolti nel buio della totale incertezza. LaxmiDevi, la nonna di Vikrant, riuscì a portare con sé una cassa con gli utensili da cucina che conteneva anche il ditale, il vaso per i fiori che lei usava come sputacchiera, l’attrezzo dentato per tagliare a mezzaluna i gustosi gujiya, un bicchiere di metallo e il maang tikka, gioiello che le spose del Punjab indossano in mezzo alla fronte. Dal 2017 Vikrant sta sviluppando il suo complesso progetto sull’archivio della memoria che prevede installazioni,performance e libri, da cui hanno già preso forma la zine The story of mud House, realizzata nel 2018 in occasione del corso di storytelling organizzato da FICA-Foundation for Indian Contempory Art & SAF e il video Journey from 1947-2018. Altre due fasi complementaris ono quelle rappresentate dai quaderni: nel primo è l’artista a ricostruire le vicende famigliari riproponendo immagini dell’album di famiglia, appunti e fotografie degli oggetti; il secondo,invece, ha come protagonista suo padre Tulsi Ram. Anello di congiunzione tra passato e presente, Tulsi Ram scrive e disegna immagini che appartengono al repertorio di storie che gli aveva narrato suo padre Kallu Ram

Vikrant (New Delhi 1992, vive e lavora a New Delhi) ha studiato pittura al College of Art, Delhi University conseguendo il diploma nel 2016 e il master nel 2018. Nel 2018 ha partecipato al seminario con Mona Hatoum, Shiv Nadar University, Dadri (India). Nel 2019 è stato selezionato per la residenza The Next-Step, Sher-Gil Sundaram Arts Foundation, Bangalore e l’Art Camp per il Youth Festival organizzato da Sahitya Kala Parishad, New Delhi. I suoi lavori sono nelle collezioni dell’Hindu College, University of Delhi; Reserve Bank of India, New Delhi e FICA – Foundation for Indian Contemporary Art. 

Mostre: 2019 – Brief Parables of Dystopia, MOMus – Museum of Contemporary Art, Thessaloniki; con Indus art Collective presenta il video Journey from 1947-2018 alla 12.ma edizione di Proyector (International Video Art meeting) di Madrid; con The Gnamma Collective partecipa alla mostra A night at 367, Nilgiri apartments, Alaknanda, New Delhi;  60th National Exhibition of Art, Lalit Kala akademi (National Academy of Art), New Delhi; Pidgin, in Niv Art Center, New Delhi; 2018 – Reverberation in The Cultural Skeleton, CAFE – Center for Art & Free Expression, Gaffar Manzil, New Delhi; 2017 – Punjab Lalit kala academy, Chandigarh; Annual Art Exhibition of Sahitya Kala Parishad Displayed at Lalit Kala Academy, New Delhi; 2016 – Kalakinkar, Lokayata Art Gallery, New Delhi; Entropy, Latitude Art Gallery, Student’s Biennale, Kochi-Muziris Biennale, Kerala (India).

Torna alle mostre